Sofia Cavagnini: «Assessore esca dal Municipio»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/07/2017 alle ore 17:34.
Sofia Cavagnini: «Assessore esca dal Municipio» 4
Sofia Cavagnini: «Assessore esca dal Municipio» 4

«Assessore Nicoletta Maestri, esca dal Municipio». E’ questo il consiglio, piccato ma mirato, di Sofia Cavagnini, una calcinatese alle prese con i «lavori pubblici». Buche, dislivelli, barriere architettoniche, marciapiedi che sembrano piste da cross, era quanto aveva cercato di segnalare, con diplomazia, Sofia nella mail inviata all’assessore di competenza Nicoletta Maestri.

E l’interesse manifestato dall'assessore stesso a recepire il messaggio e cercare una soluzione al problema non si era fatto attendere. L’assessore aveva infatti prontamente risposto alla cittadina, ringraziandola per la segnalazione ma contro ogni previsione, anzichè ringraziare la volonterosa cittadina e mobilitare i propri tecnici sul territorio, l’assessore aveva richiesto una segnalazione più precisa, anzi, «circostanziata». 

«Ringrazio per la segnalazione - aveva risposto l’assessore Maestri . ma non essendo circostanziato il problema resto a disposizione qualora la giovane cittadina mi voglia incontrare per approfondire».

Ovviamente la disponibilità dell'assessore era stata prontamente raccolta dalla giovane, che ha deciso così di documentare lo stato di salute di strade e marciapiedi, così da agevolare il lavoro dell’assessore di competenza. Un dettagliato report corredato di fotografie è il regalo che la cittadina ha fatto recapitare pochi giorni dopo all’assessore.

«Come da sua richiesta - scrive la Cavagnini - le circostanzio il problema, anche se non é così facile in quanto si tratta di un problema esteso che dovrebbe già essere a conoscenza dell'assessorato del Comune. Senza andare troppo lontano, basta che esca dal municipio e percorra il marciapiede che dalla farmacia porta al bar New Garden, il quale è pieno di buche e cunette. Se vuole, arrivata di fronte al bar, può attraversare la strada e percorrere il marciapiede che passa di fronte al fiorista Pastori e arrivare fino alla fine della strada: si accorgerà della presenza di una pianta proprio al centro del marciapiede, che ostacola il passaggio ma non solo, il marciapiede dall'altro lato della strada non è dotato di apposite salite e discese per coloro che utilizzano carrozzine o passeggini. Oppure può semplicemente percorrere la strada che gira attorno al Comune in senso orario: noterà la completa assenza di marciapiedi, ma non solo, a lato del Comune sono stati fatti dei parcheggi che arrivano quasi contro il muro e per questo un pedone è costretto ad andare sulla carreggiata per poter passare. Andando verso il supermercato, a destra della strada é presente la striscia bianca che segnala la zona riservata ai pedoni; peccato che all'interno della stessa siamo stati tracciati dei parcheggi e per questo motivo, anche in questo caso, bisogna passare sulla strada. Ovviamente questi percorsi una persona sana li può percorrere saltando o correndo; il vero problema diventa per un anziano, un disabile o anche una mamma con il passeggino. Questo è un piccolo riferimento alla mia segnalazione. Comunque, le allego qualche foto da me scattata anche se, dal vivo, il problema è più evidente. Non mi aspetto nessuna risposta scritta ma dei miglioramenti effettivi al problema, non solo per me, ma per tutta la collettività che ha diritto di usufruire di zone pedonali percorribili in sicurezza. La ringrazio per la precedente risposta e per la sua pazienza».

Segnalazioni precise e mirate, e sicuramente note, perché non si tratta della prima segnalazione fatta dai cittadini sulla situazione delle strade e marciapiedi. Quasi due anni fa Carlo Polcini accompagnato da una giornalista del Montichiariweek aveva segnalato con un tour in carrozzina tutte queste problematiche. A distanza di due anni pare che sia cambiato davvero poco.

Tags: sofia cavagnini,assesore Calcinato,calcinato,Nicoletta Maestri,Carlo Polcini,municipio

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica